© puntOrtona

Il blog di Ortona: gratuito e libero come te

18/07/17

I nodi della Provincia: strade all'abbandono

L'Ente Provinciale non ha le risorse economiche per la manutenzione e la pulizia delle strade di propria competenza. L'incuria è sotto gli occhi di tutti anche nel territorio ortonese.


La strada "Beniamino De Ritis", che collega la zona stadio all'ospedale, contrada Tamarete, fino allo svincolo autostradale, per proseguire fino alle quattro strade, non offre una buona immagine di decoro urbano.

Le erbacce non sono state tagliate, le cartacce non vengono raccolte e i rami pendenti degli alberi rappresentano un pericolo costante per il traffico.
La visibilità e la sicurezza degli automobilisti non è garantita, sopratutto in contrada Arielli , dove una piantagione selvaggia di canneto impedisce l'incolumità dei centauri e dei pedoni.

Tempo fa su via "De Ritis", un albero di grosse dimensioni si è abbattuto sull'asfalto senza provocare fortunatamente danni agli automobilisti. Il pronto intervento della Protezione Civile e del Vigili del Fuoco hanno riavviato il traffico nel giro di un'ora.

Il presidente della Provincia Mario Pupillo ha invitato il sindaco Leo Castiglione a provvedere allo sfalcio delle erbacce con le risorse finanziarie del Comune.

La domanda che pone il cittadino-utente all'Ente Provinciale è la seguente: "I proventi delle nostre tasse (bollino sulle caldaie, canone per i  passi carrabili e le addizionali irpef...) come vengono utilizzati?".

A questo punto dovrebbe intervenire la regione Abruzzo per stanziare ai Comuni un badget adeguato per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade extra urbane.
Il codice della strada non ammette deroghe sulla sicurezza.

Tommaso Tucci
La tua Pubblicità con puntOrtona
La tua pubblicità con puntOrtona