© puntOrtona

Il blog di Ortona: gratuito e libero come te

28/09/17

Le ricette delle nonne ortonesi:"La scrucchujete"

L'autunno è il tempo delle vendemmie e delle marmellate d'uva.
Ancora oggi alcune massaie conservano inalterate le antichissime ricette delle nonne. 

La nostra terra, patria per antonomasia, dei capanneti e dei filari che producono qualità stupende di uva; trebbiano, pergolone, pecorino e montepulciano, oltre al buonissimo vino esportato in tutto il mondo, offre la possibilità di creare confetture genuine.
In attesa di festeggiare il Santo Natale con i dolciumi fatti in casa, si prepara la cosiddetta "scruccujete".
Una marmellata dal gusto sopraffino che non ha bisogno dell'aggiunta di zucchero.La ricetta delle nonne ortonesi: una volta procurata una buona quantità d'uva a scelta tra pergolone o montepulciano, si procede lavandola per bene in acqua corrente. 
Poi accuratamente togliere i gli acini dal grappolo e metterli in una teglia o in un recipiente di rame, cuocere a fuoco vivace per circa due ore, controllando spesso la cottura.
Fare raffreddare e passare l'uva all'nterno del "cruvullucce" togliendo con l'aiuto delle mani i semi dagli  acini. Rimettere il preparato sul fuoco e cuocere per altre due ore. 

A caldo, inserire la marmellata nei barattoli, precedentemente sterilizzati. 
Infine, sistemare i barattoli in un canestro e coprirli con un telo di lana ed attendere il raffreddamento. 
La "scruccujete" è pronta per li "cavjciune" della vigilia di Natale.
 Il segreto delle nonne consiste nella preparazione e nella scelta dell'uva ben matura.
Il tempo della preparazione dura quasi una giornata intera ma il risultato è impareggiabile.
La leggenda deve continuare!




La tua Pubblicità con puntOrtona
La tua pubblicità con puntOrtona