© puntOrtona

Il blog di Ortona: gratuito e libero come te

08/03/18

Il supermercato della discordia-


“Dopo tante promesse e dopo tanti spot in campagna elettorale, il sindaco Leo Castiglione con la complicità della sua maggioranza, ha dimostrato tutta l’incapacità di affrontare i problemi della città. Il supermercato  Via Massari poteva essere fermato proprio in base al consiglio comunale dell’ottobre 2016 svoltosi sotto l’amministrazione di cui facevo parte”.  
A dichiararlo è la consigliera Simonetta Schiazza (Ortona Bene Comune) recentemente entrata in consiglio comunale dopo le dimissioni dell’ammiraglio Rinaldo Veri.
“ In questi giorni si tenta di far passare il messaggio che era stato tutto deciso e che hanno cercato solo di trarne il maggior profitto possibile ma le carte parlano chiaro e per voce del responsabile del procedimento, dott. Silvestri da me interpellato in seduta consiliare del 5 marzo u.s, è emerso a chiare lettere che la  variante di approvazione per il nuovo insediamento
non c’era.


La convenzione da noi approvata che prevedeva la cessione da parte della DIMA IMMOBILIARE snc, di area agricola (valore stimato dopo ev. cambio di destinazione € 93.616,99) soggetta a variante del Piano Regionale Paesistico da parte della regione Abruzzo, ha subìto uno stop determinante in quanto, la Regione Abruzzo, con nota assunta al prot. 0092230/17, ci aveva notificato a chiare lettere che la convenzione da noi proposta non perseguiva l’interesse pubblico.
Pertanto non poteva essere accolta l’istanza di variante a livello regionale.

A questo punto, un’amministrazione competente e determinata a tutelare le attività commerciali ortonesi, non doveva far altro che lasciare invariato quanto deliberato dall’amministrazione D’Ottavio, poiché la convenzione prevedeva la vincolante variazione del PRP che con molta probabilità non sarebbe mai arrivata.
Il Sindaco Castiglione invece, (ricordo a tutti che ha anche la delega del Commercio), ha rimosso l’unico vero ostacolo all’insediamento, ed ha stipulato una nuova convenzione che stralciando l’area bocciata dalla Regione Abruzzo, ha dato il definitivo via libera alla variante urbanistica portando a casa i famosi €150.000,00 a totale danno di tutto il comparto commercio che evidentemente per questa amministrazione è irrisorio.  
Il tanto paventato parere legale portato in aula, col quale hanno tentato di giustificarsi, è stato praticamente considerato irrilevante, ai fini del procedimento, dalla stessa segretaria comunale dott.ssa Evelina Di Fabio.
La cittadinanza deve quindi sapere che il nuovo insediamento ci sarà, per esclusivo indirizzo politico di questa maggioranza targata Leo Castiglione.

Registriamo purtroppo tutta l’approssimazione di questa amministrazione che fino ad ora, e per molto tempo ancora, continuerà ad inaugurare le grandi opere messe in campo dall’amministrazione di cui ho fatto parte, ma che alla prima vera decisione amministrativa si è dimostrata inadeguata”.

                                                                                                                                     
  
Simonetta Schiazza

La tua Pubblicità con puntOrtona
La tua pubblicità con puntOrtona