© puntOrtona

Il blog di Ortona: gratuito e libero come te

18/04/18

I tesori di Ortona, Fonte a Mare nelle pozzanghere

Ottimo lavoro di pulizia e di tagli di sterpaglie nella zona al di sotto della Passeggiata Orientale.

Un intervento necessario per evitare che il luogo diventasse inaccessibile anche agli amanti della natura.
I tecnici della cooperativa incaricata dal Comune hanno disimboscato anche il sentiero che conduce alla storica Fonte a Mare, ma aimè, il piazzale versa in condizioni precarie.

Lo scarico del lavatoio probabilmente otturato, ha creato una fuoriuscita d'acqua che ha allagato tutta l'area della fontana.
Dopo la pulizia dell'erbacce, occorre riparare lo scarico e ripristinare il piazzale togliendo l'acqua putrefatta.
L'intervento appare necessario in attesa che venga approvato e finanziato il restyling delle fontane storiche.

I luoghi della memoria sono:la Fonte Elodia di Caldari, la Fonte Abballe di San Leonardo, la Fonte Liberti in località Villa Deo, la Fonte a Mare,la Fontana di Santa Caterina e quella famosa del Peticcio, dove transitò Annibale.
L'iniziativa lodevole e tanta attesa dagli ortonesi è finalizzata a far conoscere alle nuove generazioni il vissuto dei propri antenati, pieno di sacrifici e di lavori manuali.
Le massaie fino al periodo del dopoguerra, si recavano a piedi con i canestri sul capo stracolmi di panni nei lavatoi pubblici.
Le abitazioni erano sprovviste di acqua potabile e quelle poche piccole fontane ubicate nel centro cittadino non erano in grado di soddisfare le esigenze di molte famiglie.
Le fontane una volta risistemate possono diventare luoghi storici attrattivi anche per i turisti che visitano la nostra città.

In attesa del restyling, le fontane storiche non devono essere lasciate all'abbandono.

























La tua Pubblicità con puntOrtona
La tua pubblicità con puntOrtona