© puntOrtona

Il blog di Ortona: gratuito e libero come te

29/04/18

Il perdono - San Tommaso Apostolo



Festa del Perdono 1918


 Le indulgenze sono la remissione dinanzi a Dio della pena temporale meritata per i peccati commessi e già perdonati con il sacramento della Riconciliazione. 
I fedeli cristiani le acquistano a determinate condizioni per se stessi e per i defunti mediante 
il ministero della Chiesa, la quale, come dispensatrice della Redenzione, distribuisce il tesoro dei meriti di Cristo e dei Santi.

Dal 1258 al 1479 la festa di san Tommaso apostolo cadeva il 6 settembre, giorno della traslazione,


6 settembre anni 60 : Cerimonia in Memoria dell’arrivo delle reliquie in Ortona 

ma da quella data Sisto IV la spostò alla prima domenica di maggio per venire incontro alle 
esigenze dei pellegrini perché, nell'approssimarsi della stagione estiva, folle di pellegrini si recavano sulla tomba dell’Apostolo per pregare.

Dal 1479 al 1949
si susseguirono con frequenza i documenti pontifici con la concessione delle indulgenze,documenti tuttora conservati nella Biblioteca diocesana di Ortona.

Dopo il Concilio Vaticano II la concessione delle indulgenze passò agli ordinari diocesani, cioè ai vescovi locali che continuarono sulla strada già percorsa dai pontefici. Per tali ragioni, l’arcivescovo di Lanciano- Ortona, la vigilia della prima domenica di maggio, concede l’indulgenza plenaria per i fedeli che si recano a pregare sulla Tomba dell’Apostolo e che sono in grazia di Dio. In quella circostanza viene esposto per tre giorni il Busto d’argento di san Tommaso alla venerazione dei fedeli.
E’ un grande dono alla Chiesa intera, comunità di tutti i battezzati, e contemporaneamente una grandemanifestazione di fede.


Il busto di San Tommaso in Processione - 1955
La fede testimonia il cammino di tutto il popolo di Dio verso la salvezza e il senso di fratellanza universale. 
Infatti la tomba dell’Apostolo richiama i cristiani all'accrescimento della fede e i non cristiani alla ricerca della verità, partendo dal dubbio.

Giovedì 26 aprile ore 17,45 IL PERDONO è stata preceduta dalla Solenne Novena, presieduta dal Vescovo Emidio Cipollone in collaborazione con i  parroci delle chiese ed animata solennemente dalla Cappella musicale di San Tommaso. Il coro, diretto dai maestri Adriano Paolini e Giovanni Sarchese, in questa edizione del Novenario ha avuto il supporto canoro del baritono Lucio Di Giovanni e del tenore Giovanni Di Deo.

La funzione religiosa ha vissuto momenti toccanti nell'inno al Patrono, " sia pur felice Roma, protetta da due principi, nel solo San Tommaso, Ortona è felicissima".La funzione religiosa ha vissuto momenti toccanti nell'inno al Patrono, " sia pur felice Roma, protetta da due principi, nel solo San Tommaso, Ortona è felicissima".
Commovente anche l'antifona al Magnificat, interpretato con molta professionalità dal baritono Lucio Di Giovanni. " quia vidisti me, Thoma, credidisti. Beati qui non viderunt et crediderum. Alleluia".







Domenica 6 Maggio 2018 alle ore 1800 sarà celebrata la santa messa Vespertina e alle 1900
 la processione del Sacro Busto di San Tommaso.





La tua Pubblicità con puntOrtona
La tua pubblicità con puntOrtona