© puntOrtona

Il blog di Ortona: gratuito e libero come te

13/04/18

Ortona è orgogliosa del primo cittadino-

La presa di posizione netta ed autoritaria, del sindaco Leo Castiglione, ha avuto il consenso unanime dei cittadini.

La "ribellione" è un atto politico-amministrativo scaturito a seguito del degrado totale in cui versano le strade extra urbane di competenza dell'Amministrazione Provinciale.
Il tratto uscita-autostrada versa in condizioni pessime, dove rimane difficoltoso anche il transito delle autovetture con il rischio concreto di gravi sinistri e di rotture meccaniche ai mezzi.
La strada di collegamento Ospedale- contrada Tamarete è una mulattiera indegna per un paese a vocazione turistica.
Non ha illuminazione, asfalto pieno di buche, voragini, intervallate da una rotonda installata da pochi mesi pericolosa e anche in questo caso senza illuminazione.

Caso unico in Abruzzo.
Il sindaco fa bene a raccontare la verità e prendere posizioni forti sui temi che riguardano la salute pubblica e il degrado del territorio ortonese.
Il sindaco Castiglione ha chiesto a viva voce l'intervento urgente degli Enti inadempienti, i quali per legge dello Stato sono stati delegati alla tutela dell'ambiente.

I cittadini pagano il bollo auto alla regione, l'IRPEF e l'Occupazione del Suolo Pubblico alla Provincia proprio per garantire una quota riservata alla manutenzione e la messa in sicurezza delle strade dissestate.
L'articolo 50 comma 5 del Dlgs n°267/2000 prevede che il sindaco può adottare ordinanze in relazione all'urgente necessità di interventi volti a superare situazioni di gravi pericolo, incuria o degrado del territorio, dell'ambiente o di pregiudizio decoro e della vivibilità urbana.

Il sindaco deve tutelare la salute pubblica...



La tua Pubblicità con puntOrtona
La tua pubblicità con puntOrtona