SPAZI VERDI DA GESTIRE


La Giunta comunale ha approvato l’elenco delle aree verdi pubbliche da affidare in gestione
L’amministrazione comunale prosegue nel programma di valorizzare e riqualificare le aree verdi della città. Dopo l’approvazione in Consiglio comunale del regolamento comunale per l’affidamento a terzi di spazi pubblici e di aree destinate a verde pubblico, nella seduta del 23 aprile scorso, la Giunta comunale ha approvato con la delibera del 13 giugno, numero 132, l’elenco degli spazi e aree destinate a verde pubblico che possono essere dati in affidamento a privati.
«Con questa iniziativa – sottolinea l’assessore all'Urbanistica e Lavori pubblici Gianni Totaro – diamo la possibilità anche ai privati di collaborare per migliorare le aree verdi comunali con lo spirito che “adottare” uno spazio di verde pubblico è un concreto gesto di partecipazione che permette a cittadini, scuole, imprese e associazioni di prendere parte attiva alla gestione dei beni comuni».
Tre sono le modalità di affidamento previste nel regolamento comunale e vanno dal semplice comodato d’uso gratuito, al contratto di sponsorizzazione e di concessione a titolo oneroso per usi commerciali.
La delibera di giunta individua le aree verdi comunali che possono essere date in affidamento per la manutenzione e gestione. La durata delle convenzioni nel caso di sponsorizzazione non potrà essere superiore ai 12 mesi, le modalità di esposizione degli stessi cartelli di sponsorizzazione che non saranno soggetti all’applicazione dell’imposta comunale ma comunque saranno sottoposti all’autorizzazione dell’amministrazione comunale. Per quanto riguarda le aree verdi che insistono su intersezioni, pertinenze e rotatorie della Provincia di Chieti, la gestione dovrà avvenire seguendo le linee di indirizzo approvate con un regolamento del 2011 dalla giunta provinciale.
La giunta ha anche individuato il criterio di scelta nel caso in cui dovessero giungere più domande sulla stessa area da parte di diversi soggetti, in questo caso le istanze saranno valutate seguendo i criteri dati dall’innovatività della proposta progettuale, dalla valenza culturale dell’iniziativa e da quelli legati alla promozione del territorio.
Per quanto riguarda poi i contratti di concessione a titolo oneroso previsti dall’articolo 5 lettera 3 del regolamento comunale è prevista la possibilità di utilizzare le eventuali strutture stabili o stagionali già insistenti sull’area o la possibilità di posizionarne delle nuove per attività turistiche-commerciali secondo le caratteristiche tecniche stabilite dall’amministrazione comunale. Infine sulle aree date in concessione a tiolo oneroso per usi commerciali, individuate nel parco di Caldari, l’area verde al centro del quartiere di Fonte Grande, il parco Ciavocco con il Castello e l’area verde sotto l’Orientale, sono stabiliti la durata del canone in 9 anni e l’importo annuo che oscilla tra mille e duemila euro.
«Vogliamo rendere con il contributo di tutti – commenta il sindaco Leo Castiglione – più bella e accogliente la nostra città e questi atti, a partire dal regolamento comunale sulla gestione delle aree verdi, offrono l’occasione a cittadini e aziende di adoperarsi concretamente per arricchire le potenzialità turistiche del nostro territorio».
La delibera contiene tre allegati con cui sono individuati le diverse aree verdi comunali quelle che rientrano nell’affidamento a titolo oneroso e le caratteristiche tecniche delle strutture che possono essere realizzate in queste aree. Seguirà il bando pubblico per avviare le procedure di affidamento. 

Ufficio stampa e segreteria sindaco
Barbara Napoliello 347.9258684
Paolo Budani 333.3614664