© puntOrtona

Il blog di Ortona: gratuito e libero come te

19/10/18

Il Piano Regolatore Generale è un atto di giustizia per i cittadini

Il 20 ottobre è una giornata fondamentale per lo sviluppo economico della città di Ortona.

L'approvazione dell'adozione del Piano Regolatore Generale è una prima pietra da cui avviare l'iter procedurale, che conduce alla pubblicazione ufficiale sul Bollettino della Regione Abruzzo.
In altri termini, dotare la città di uno strumento urbanistico aggiornato ai tempi moderni, è un motivo d'orgoglio per tutti i cittadini ortonesi.
Ventiquattro anni di attese, ritocchi, aggiornamenti, ritiri del provvedimento in aula e quant'altro per non ottenere nulla di concreto.
La politica locale fallisce in toto l'obiettivo primario di dotare la città di un nuovo PRG.
E non finisce qui!
Il Partito Democratico, bocciato alle urne dagli elettori ortonesi annuncia battaglia, ricorsi e voto contro nel Consiglio Comunale, dimenticando la paternità dello strumento.
La città non cresce, litiga, segna il passo.
Chi ha vinto l'elezioni ha il diritto di governare nel rispetto delle promesse elettorali.
Leo Castiglione ha inserito nell'agenda del programma il PRG, ha il dovere di passare ai fatti.
L'assessore all'urbanistica Gianni Totaro ha sottolineato la motivazione per cui il PRG è importante per gli insediamenti delle nuove aziende.

Il fare non è un elemento negativo.
Si approvi lo strumento ed in seguito si faccia una variante al Piano Regolatore Generale.
E' un atto di civiltà nei confronti dei cittadini che hanno chiesto che i loro terreni tornassero agricoli e quindi privi di tasse e balzelli di sorta.
La buona politica deve prenderne atto.
Gli interessi dei cittadini al primo posto!




La tua Pubblicità con puntOrtona
La tua pubblicità con puntOrtona