© puntOrtona

Il blog di Ortona: gratuito e libero come te

08/11/18

Arrivano gli accertamenti I.C.I. 2014 sui terreni inedificabili.Tariffe lievitate

Le tasse I.C.I. sui terreni  lievitano.

Il Comune ha inviato centinaia di accertamenti ai possessori di terreni inedificabili ma edificabili e quindi tassabili, soltanto dal punto di vista fiscale.
Anche le Commissioni tributarie hanno respinto i ricorsi dei contribuenti, invitando gli stessi a pagare le spese legali e i tributi sanciti dal Comune.
Il Municipio bussa a denari nel rispetto delle leggi anche con il Piano Regolatore in fase di elaborazione, ossia il contribuente deve pagare all'infinito, anche se la procedura amministrativa prosegue per altri decenni.

Una beffa, che non trova responsabili, nonostante le casse comunali hanno sborsato oltre 500,000 euro [cinquecentomila ], per onorare il lavoro dei tecnici incaricati alla stesura dello strumento.
Il Tribunale Amministrativo Regionale ha detto stop.
Il filo a filo ed il PRG non c'è.
Fin qui, tutto regolare. Il Comune ha compiuto atti legittimi.

                                          Ecco l'incongruenza che fa incavolare il cittadino-utente.

Leggendo il riepilogo dei valori aree fabbricabili divise in zone urbanistiche, si nota che il prezzo unitario mq. negli anni 2014 e 2015 hanno avuto un incremento di quattro euro a metro quadrato.
Nelle aree industriali, commerciali e artigianali si registra un aumento dei valori stimati per mq. di euro 2.
Applicare le tasse sul "nulla", in quanto il P.R.G. è stato soltanto adottato e quindi non operativo, è un atteggiamento scorretto, applicato soltanto per far quadrare il bilancio del Comune.
I cittadini meriterebbero di essere considerati contribuenti e non polli da spennare.






La tua Pubblicità con puntOrtona
La tua pubblicità con puntOrtona