© puntOrtona

Il blog di Ortona: gratuito e libero come te

03/01/19

Anno nuovo, problemi vecchi. Le incompiute da definire nel 2019

Che anno sarà per la comunità ortonese?

La politica riuscirà a risolvere le opere bloccate nei meandri della burocrazia?
Il 2019 è un segmento di tempo fondamentale per il rilancio della città di Ortona.
Lo scalo marittimo ha bisogno di opere strutturali e del dragaggio dei fondali per acquisire la potenzialità di porto nazionale.
Si aspetta che la regione Abruzzo definisca la qualità delle sabbie attraverso le analisi per poter procedere agli scavi all'interno del bacino portuale; la messa in opera di nuove banchine per accogliere le navi di stazza superiore alle 15.000 tonnellate a pieno carico; la realizzazione della Stazione Marittima nell'area già dotata della struttura primaria adiacente la Guardia Costiera; la ristrutturazione dell'impianto ferroviario e di alcuni lavori di manutenzione ordinaria.

In sintesi, l'Autorità Portuale di Ancona deve tener conto delle potenzialità del porto di Ortona, anche se il Comitato di Gestione dell'Ente non annovera tra i membri, un rappresentante del territorio ortonese.
Dopo l'esclusione del sen.Tommaso Coletti, l'allora presidente della Giunta Regionale d'Abruzzo Luciano D'Alfonso, lo sostituì con un suo luogotenente pescarese.
La bilancia dei finanziamenti, ovviamente penderà in favore dello scalo di Pescara, che sicuramente vincerà il duello con Ortona, riguardo la partenza della motonave passeggeri per la Croazia.

                          CHE FINE HA FATTO LA BRETELLA AUTOSTRADA- PORTO?

Le ultime informazioni divulgate dal presidente della Provincia di Chieti Mario Pupillo esplicitano la ripresa dei lavori e l'ultimazione dell'opera.
Dal 2015, il cantiere risulta inoperoso, nonostante i residenti a monte della bretella a pochi metri dalla scarpata, abbiano fatto denunce e ricorsi per la messa in sicurezza delle proprie abitazioni.

                        LA CITTA' ASPETTA LA RIAPERTURA DEL CINEMA ODEON

Nessuno dice nulla sulla questione del Cinema Odeon.

La convenzione stilata molti anni fa tra il Comune e la ditta proprietaria dell' Odeon, all'atto del rilascio della concessione edilizia, prevedeva in una porzione della struttura, l'usabilità a cinema.
La città attende sviluppi positivi.



La tua Pubblicità con puntOrtona
La tua pubblicità con puntOrtona